GB-ARCH| Giacinto Binetti ARCHITETTO
Via Guido de Stisi, 1 - 71121 Foggia ITALY | 08811896516 | giacinto.binetti@gb-arch.it

Sito web orgogliosamente progettato e sviluppato in Italia

IN PUGLIA, MOLISE E CAMPANIA

CERTIFICAZIONE ENERGETICA A PARTIRE DA

69 €

TUTTO INCLUSO ENTRO 24 ORE DAL SOPRALLUOGO

COMPILA IL MODULO PER RICHIEDERE IL TUO PREVENTIVO!

arrow&v
arrow&v
carica una pianta
Max File Size 15MB
 

Devi vendere o locare un tuo immobile? Hai effettuato una ristrutturazione importante? Hai realizzato un nuovo edificio?

Tra gli adempimenti che ti verranno richiesti, ci sarà il cosiddetto Attestato di Prestazione Energetica, per gli amici, A.P.E..

Ma che cosa sai dell'A.P.E..?

Non starò qui ad annoiarti con dettagli tecnici e normativi (se invece ti interessano, puoi consultare le mie F.A.Q.). L'A.P.E. è sostanzialmente la carta d'identità del comportamento energetico del tuo edificio,  classificandolo secondo una classe energetica che va da ad A4in ordine crescente di efficienza, in modo analogo a quanto avviene per gli elettrodomestici. La sua validità è di dieci anni, a meno che tu non intervenga sull'immobile con una ristrutturazione cosiddetta "importante", oppure trascuri il controllo periodico dell'efficienza energetica dell'impianto.

E quanto ti costerà?

 

La prima risposta che sento di doverti dare è: meno di quanto ti costerebbe non averlo o averne uno redatto in maniera errata. In questi casi, infatti, puoi andare incontro a gravi sanzioniVuoi un esempio? Vendere un immobile non dotato di A.P.E. può costarti fino a 18.000€. Non inserire i parametri energetici sull'avviso di vendita, fino a 3.000€.

La seconda risposta è quella che stavi aspettando: un prezzo in genere compreso tra i 100 e i 250€, a seconda della tipologia dell'edificio (certificare un immobile commerciale è più impegnativo che certificare un appartamento, e quindi più oneroso). Il prezzo sarà chiaro, comprensivo di tutto e concordato preventivamente.

Che cosa riceverai?

Nel giro di pochi giorni, emetterò l'Attestato che ti consegnerò in duplice copia, timbrato e firmato, e correlato da relativa ricevuta di trasmissione dello stesso alla Regione, senza il quale l'attestato non avrà alcuna validità.

Che cosa NON riceverai?

Non produrrò elaborati planimetrici (non avrai "la piantina" della tua casa), perché la sua realizzazione non è necessaria. Se ne hai bisogno, tuttavia, puoi chiedermela, così come la regolarizzazione di eventuali difformità rispetto allo stato catastale dell'immobile, con un sovrapprezzo variabile a seconda di ciò di cui hai bisogno.

Ma perché hai bisogno di un A.P.E.?

Molte persone ritengono che, almeno per gli edifici esistenti, l'A.P.E. sia un mero adempimento burocraticoNon è così.

L'A.P.E. fornisce almeno due indicazioni di grande importanza sull'immobile:

  • convenienza - l'A.P.E. ti fornisce un'indicazione su quanto costi riscaldare (e/o raffrescare) un edificio; un appartamento in classe C ha costi di esercizio energetico inferiori di uno in classe F;

  • margini di efficientamento - il certificatore indicherà nell'A.P.E. quali sono gli interventi più opportuni per migliorare la prestazione energetica dell'immobile, il risultato che potrai ottenere e i tempi di ritorno economico degli interventi stessi. Sai quanto può farti risparmiare una valvola termostatica? Ed un po' di isolante nei cassoni degli avvolgibili? Con l'A.P.E. lo scoprirai.

Capirai, dunque, che la certificazione energetica è una cosa seria.

Cosa devi fare, per poter richiedere un A.P.E. a norma?

 

Tu, poco o nulla. Verifica che l'impianto di riscaldamento, climatizzazione, acqua calda sanitaria sia in regola con i controlli periodici (che abbia ottenuto il famigerato "bollino") e che tu disponga del relativo libretto dell'impianto. Mi servirà, per poterlo allegare all'attestato che trasmetterò (in Puglia, tramite una semplice P.E.C.) all'ufficio preposto presso la Regione. Se l'impianto non è in regola, l'A.P.E. avrà vita breve. In particolari casi, potrebbe paradossalmente essere emesso già scaduto.

Procurati una pianta dell'immobile, o autorizzami per iscritto a reperirne una per te presso il catasto. Ricorda che l'A.P.E. per un edificio esistente si redige in base allo stato di fatto, quindi dovrò eseguire un sopralluogo, peraltro obbligatorio per legge (diffida di chi promette di rilasciare un A.P.E. senza nemmeno affacciarsi a casa tua.). Non avrò bisogno di altro, la Prestazione energetica si calcola sulle caratteristiche dell'immobile e non sul modo in cui tu lo utilizzi